Ci sono storie sbilanciate. La prima parte intensa, quasi eroica. Poi

un'uscita di scena improvvisa e tutto è finito.

Così è stata la vita di mia madre, che ringrazio perché è come se fosse

sempre con me ad accompagnarmi.

 

Dove sei limite del giusto e dell'ingiusto?

In una zattera ho appoggiato

le nostre confidenze passate

 

e lontani tremori e battere di denti

e valigie per fuggire pronte sulla soglia

 

e quel respiro quel respiro

che di notte ci fa fremere

solo la madre sa liberare

nelle nostre grammatiche infantili

 

Saremo la libertà che ci hanno insegnato.